Sull’assenza di un’ode al polpaccio

Anche i muscoli diversi dal cuore
ora pulsano ed ora si spezzano
ma non hanno lo stesso valore

ma poi il corpo va avanti anche a mezzo
se non sente che il troppo dolore
gli s’incastra di rosso gli spazi

nella nebbia che è senza colore
con il sangue ed i lividi a chiazze
nella sabbia trascina il suo amore

e se il cuore di colpo va in pezzi
lui va avanti alla cieca per ore
senza chiedere mai una carezza

solo i muscoli e il tempo e il sudore
danno al cuore il motivo di grazie
ma non hanno lo stesso valore.

I poeti non capiscono un cazzo.

 

centauromachia

Centauromachia – Michelangelo Buonarroti, 1492 ca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...